We use cookies to personalize content and ads and to analyze the traffic on our websites. We also share information about your use of our websites with our partners for email, advertising and analysis. View details

What's new?
l'appuntamento

l'appuntamento

820 19

fabrizio caron


Pro Member, Padova

Comments 19

  • Slow Motion 18/09/2013 23:05

    ....fortunatamente la Coca Cola ne ha di più
  • Slow Motion 18/09/2013 23:04

    ...la ragazza ha 40 anni
  • Scattosingolo 18/09/2013 13:40

    Le impressioni di simpatia e antipatia ... sono spesso strettamente relazionate alla tipologia di commenti ... difficilmente risulti antipatico se fai i tuoi migliori complimenti all'autore o se gli dici che il suo scatto è bellissimo ... è molto più facile risultare antipatico se sollevi qualche dubbio con commenti non positivi ... il problema è che purtroppo non molti sono disposti a "uscire" o a "mettere in discussione" le loro convinzoni consolidate.
    I commenti però ... servono anche a questo ... non necessariamente a far cambiare idea ... ma a riflettere e confrontarsi.
    Un saluto
    Scattosingolo
  • MaxSPhoto 18/09/2013 12:54

    Grazie Scattosingolo di questa tua spiegazione, ho letto velocemente ma sta sera la ripasso e cercherò di capire tra le righe. Sai Scattosingolo, a volte ti fai rendere antipaco per alcune risposte che dai (con me è stato così), ma quando esiste una spiegazione fatta così si apprezza di più il tuo modo di fare.
    Buona giornata e a presto.
    Max
  • Scattosingolo 18/09/2013 10:35

    In riferimento al commento di MaxStreetPhoto provo a chiarire un punto fondamentale che potrebbe servire a chi si affaccia al delicato, affascinante e difficilissimo mondo della Street Photography.
    Se immaginiamo uno scatto che ritrae una donna anziana di spalle che porta le borse della spesa da sola per la strada … vediamo un’immagine che potenzialmente è ricca di storia, che offre molteplici interpretazioni … (il problema degli anziani, della solitudine, dell’abbandono, del peso quotidiano … dalla vita stessa alle difficoltà oggettive come quelle di portare borse della spesa pesanti, da sola, le scale di casa ecc ecc) … stesso discorso per uno scatto che ritrae un uomo anziano su una panchina che legge il giornale da solo ecc ….. . Il fatto … che è certo e che dovrebbe far riflettere … è che queste due ipotetiche immagini nel 99% dei casi possono essere (da un punto di vista fotografico in chiave street) di una banalità sconcertante … perché? Perché sono allo stadio di reportage urbano o di reportage sociale (in questa chiave … vanno benissimo) …e gli manca qualcosa che le porti ad essere “Street Photography” … quel qualcosa può essere un momento significativo (c’è poi tutto un mondo che definisce questo momento significativo che può anche raggiungere il “momento decisivo” tanto caro a Cartier-Bresson) colto nell’apparente banalità del quotidiano ….. quel qualcosa può essere un’interazione con altri soggetti o con il suo ambiente ….. quel qualcosa insomma che consente di rendere la comunicazione con un aneddoto (quale che sia … ma ci deve essere) ….. e tante altre possibili cose …..
    Se non c’è niente di tutto questo … la “street photography” non c’è … perché chiariamo ancora una volta che per fare street non basta fotografare gente per la strada … oppure affidarsi all’estetica della pioggia (da qui il mio commento all’immagine “Uffizi” di Massimo Sebastio).
    Arriviamo ora a questo scatto (+ elaborazione) di Fabrizio Caron … e proviamo a leggerla senza la manipolazione (B/N + Colore) … se la guardiamo come reportage urbano o reportage sociale possiamo vederci o immaginarci tutta una storia (la ragazza sta aspettando qualcuno che non verrà mai … prova a telefonare ma … non c’è risposta … la comunicazione è chiusa come quella serranda e i tentativi di un “contatto” rimangono vani e si sommano e accumulano come quelle sedie impilate …) … una storia che esiste o può esistere … ma che da un punto di vista “Street” è debole in quanto la corrispondenza tra l’aneddoto riportato (che potrebbe esistere in quanto “storia” che viene comunicata … non come elementi sciolti come i simboli quali telefonino o Coca-cola che non raggiungerebbero mai quella forza di comunicazione …) e la struttura della rappresentazione non è molto stretta o ben definita (qualsiasi ragazzo o ragazza avrebbe dato quel risultato … il tutto è piuttosto spersonalizzato … cosi come la presenza di spalle senza leggibilità alcuna sullo stato d’animo e/o sull’espressione del soggetto).
    La risposta per Max-Street-Photo di conseguenza è: lo scatto senza il rosso aggiunto è uno scatto interessante come reportage urbano o reportage sociale, avrebbe potuto essere considerato “street photography” (una street decisamente molto debole) sulla chiave di lettura descritta prima (sulla storia, sull’aneddoto … non sugli elementi singoli) …

    … Il problema però di questa immagine è che l’autore con questa elaborazione ha di fatto spostato la “dimensione” dell’immagine facendola schizzare fuori dalla sua essenza e dalla sua potenzialità (la potenzialità della situazione che poteva forse essere sfruttata meglio) … colorando un elemento in quel modo ha spostato l’attenzione del fruitore il cui occhio e la cui mente vengono attratti dal rosso e l’estetica così esplicita … calamita e cattura la percezione di chi osserva facendola posare su elementi diversi, estetici e simbolici appunto … e l’errore di cadere nell’estetica e con essa nella “retorica” è comunissima tra molti che cercano la “Street Photography” ma molto spesso non la raggiungono … sapete perché?

    Perché l’errore più comune, più frequente e purtroppo più grave che fanno molti che si cimentano nella “street photography” è quello di partire mentalmente dall’IMMAGINE STAMPATA (dal momento che ora pochissimi stampano … dall’IMMAGINE FINITA). Se volete fare “Street Photography” NON partite mai dall’immagine finita … partite dal MOMENTO DELLO SCATTO ….. cercate di arrivare a SENTIRLO quel momento … ancora PRIMA di VEDERLO ….. osservate la vita cercando di conservare la curiosità di un bambino …. Cercate di viverla e sentirla … se la vivete e la sentite con una percezione che con il tempo diverrà acutissima allora il pulsate dell’otturatore (IL MOMENTO) … partirà da solo ed avrete ottenuto quella folle, assurda fotografia ... e di più … avrete vissuto un autentico momento di vita …. che era così in quel momento …. e che non tornerà mai più …. voi lo avrete reso permanente per sempre ….. e potenzialmente per tutto il mondo ….. ma a quel punto … non sarà poi così importante … per quanto eccezionale possa essere quella vostra immagine …… perché a voi rimarrà dentro quel momento di vita … e quella scarica di emozioni che avete provato in quel preciso istante …. Se cercate scorciatoie … difficilmente proverete tutto questo …… se manipolate o elaborate le immagini ….. non partite dalla vita e dalle emozioni ….. se non partite dalla vita, dalla sua poesia …. dalle emozioni che può e sa regalarvi …. vi allontanate dalla “Street Photography” e dal suo magico mondo.

    Nella speranza di aver risposto alla domanda e di aver aiutato a capire meglio mando un saluto a tutti.
    Scattosingolo
  • MaxSPhoto 17/09/2013 19:24

    Premetto che la foto mi sarebbe piaciuta solamente in BW!!!
    Ora una domanda rivolta a tutti ma in particolare a Scattosingolo (ultimamente apprezzo molto i tuoi commenti e sono serio nel dirlo, al punto che li ricerco nei vari scatti altrui)
    Se questa foto fosse stata solamente in BW non rispecchia la street photography?
    Il soggetto per me è la ragazza con il suo modo di vivere di tutti i giorni con il suo telefono le scarpe da ginnastica, la sua vita quotidiana.
    A voi i commenti, ovviamente questi serviranno a me per capire se devo modificare il mio pensiero. Scusa Fabrizio se uso la tua foto ma è un momento ideale per farlo.
  • Claudio Zambonin 17/09/2013 17:10

    Dalla Coca cola al telefonino ..... simboli di generazioni ..... davanti ad una serranda chiusa ..... una storia sulla strada ..... mi piace la desaturazione e l'enfasi sul rosso del "barattolo"
  • Scattosingolo 17/09/2013 8:12

    Ma certo, va benissimo! Ma non ti nascondere dietro l'età.
    L'età non centra niente ... è una questione di predisposizione mentale (a tutte le età) e di coerenza (se esponi ... automaticamente ti esponi a pensieri, valutazioni e commenti e dovresti accettarli seza spostare il problema).
    Un saluto
    Scattosingolo
  • fabrizio caron 16/09/2013 19:13

    ecco alla mia età ormai và bene "Quindi, fai quello che vuoi ... " e "liberissimo poi di ignorarlo completamente"

    grazie per i consigli. :-)
  • Scattosingolo 16/09/2013 9:27

    Quindi, fai quello che vuoi ...
    ... io posso darti due consigli:
    -Il primo è di leggere e meditare su ciò che viene scritto sulle tue immagini ... liberissimo poi di ignorarlo completamente o accettare i commenti e riflettere sia su quelli positivi che su quelli negativi ... cercando di capire perchè ti è stato scritto questa o quella osservazione.
    -Il secondo consiglio è di chiederti (chiedere a te stesso) perchè hai cercato scorciatoie estetiche per questa immagine ... cosa stavi cercando di tirare fuori, cosa ti ha spinto a cercare quell'elaborazione in post-produzione ... così assolutamente agli antipodi della "Street Photography".

    Se ti interessa la "Street Photography" prova a seguire questi due consigli ... se ti interessa invece fare polemica o discorsi sul vedere foto altrui o sulla scusa del nome e cognome ... allora fai come vuoi.
  • fabrizio caron 15/09/2013 21:24

    :-) quindi...
  • Scattosingolo 15/09/2013 15:05

    Continua a spostare il problema ... solo per non accettare la realta ...
    Il fatto è che le mie foto non sono postate in Fotocommunity e nemmeno lo saranno in futuro ... quindi la tua affermazione non serve a niente e non aggiunge ne modifica niente al fatto che sei tu che esponi le tue immagini quì e che dovresti accettare i commenti e la realtà dei fatti.
    "Sto Scritto" (per usare le tue parole) non aggiungerà nulla per te (e non mi stupisce ... vista la risposta) ma potrebbe aggiungere qualcosa per chi osserva e forse stà avvicinandosi a questo genere.

    Le foto che cercano scorciatoie estetiche (come questa immagine di Caron) come "accensioni" di colore in immagini in bianco e nero non appartengono alla "Street Photography" e allontanano dalla logica, dalle caratteristiche e dalle peculiarità di questo genere affascinante ma difficilissimo.
    Questa è la verità, che piaccia a Fabrizio Caron oppure no! (è la tua risposta che rimane "aria fritta")
  • fabrizio caron 15/09/2013 14:04

    :-) si si ..
    @ Rocco tutto sto scritto non aggiunge nulla allla foto
    io vorrei tanto vedere qualche foto del signore..altrimenti è solo aria fritta... :-)

    ciao Maestro.
  • rocco di ciommo 15/09/2013 14:02

    per bacco, che nitidezza !
    ... è arrivato o ha dato l'asso di picche ?
    :-)
  • Scattosingolo 15/09/2013 13:47

    La "street photography" è un genere di fotografia che cerca, trasmette e comunica la vita cogliendo (in aggiunta a diverse altre cose) momenti significatvi dall'apparente banalità del quotidiano ecc. In questo scatto non c'è un vero soggetto o un'interazione o un aneddoto o un momento significativo ecc che possa portare a considerare l'immagine una "street photography" .
    Quello che appare è il tentativo di enfatizzare l'estetica dell'immagine con il colore rosso su un unico elemento di un immagine in bianco e nero ... questa è una cosa che nella "Street Photography" non si fa MAI perchè non solo non ha senso per quel genere, ma porta l'immagine completamente fuori dalle caratteristiche fondamentali e necessarie per ottenere immagini di "Street Photography"

Information

Section
Folders MY PHOTO
Views 820
Published
Language
License

Exif

Camera Canon EOS 50D
Lens Sigma 10-20mm f/4-5.6
Aperture 11
Exposure time 1/60
Focus length 16.0 mm
ISO 100