This website uses cookies to access various functions, personalize its advertising, and analyze traffic.
Use of this website implies agreement with our use of cookies.   More information   OK

What's new?

Carmelo Baglieri


Free Member, Ragusa

La Cattedrale di sale

La Miniera di sale di Wieliczka, situata nella città di Wieliczka, nell'Area metropolitana di Cracovia, in Polonia, è in servizio dal XIII secolo, ed è tuttora utilizzata per l'estrazione del sale. È una delle più antiche miniere di sale ancora operative al mondo
La miniera raggiunge profondità di 327 metri, e presenta gallerie e cunicoli per un'estensione totale di più di 300 km.
La miniera di sale di Wieliczka ha 3,5 km disponibili per le visite turistiche (meno dell'1% della lunghezza totale delle gallerie), che includono statue di figure storiche e mitiche, tutte scolpite dal minatori direttamente nel sale. Anche i cristalli dei candelieri sono stati forgiati nel sale. La miniera presenta anche stanze decorate, cappelle e laghi sotterranei, e mostra la storia della miniera. Quella di Wieliczka è comunemente detta "la cattedrale di sale sotterranea della Polonia", ed è visitata ogni anno da circa 800.000 persone.

Comments 7

  • ROSARIA PASTORESSA 04/06/2010 7:55

    spettacolare !
    interessanti le informazioni !
  • Tommaso Gioietta 12/24/2009 20:03

    Che posto magnifico!
    Ciao e tanti tanti auguri, Tommaso.
  • Cyber-Atelier Dolores 11/22/2009 18:34

    Grazie di questa documentazione Carmelo ...ci mostri un vero tesoro nascosto ... !!! Molto interessante.
    Cari saluti Dolores
  • vittorio L 11/15/2009 0:06

    Una splendida immagine documento !!
    Interessantissima la tua spiegazione !!
    Ciao Vittorio
  • Mattia Sacco 11/06/2009 19:10

    Molto originale...e bella visione!
  • Vitória Castelo Santos 11/05/2009 16:57

    Favolosa...la connosco...É BELLA!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Emilio Sirletti 11/04/2009 15:18

    Da non crederci! Mi hai fatto conoscere una vera e propria opera d'arte, di cui ignoravo l'esistenza.
    Sempre belle le tue foto.
    Ciao, Emilio.